Infiammazione da Zuccheri

L’introduzione quotidiana di zuccheri (glucosio, amidi raffinati, fruttosio e sostanze, come l’alcol che ne condividono le vie metaboliche) può portare a veri e propri danni di tipo infiammatorio e all’alterazione del metabolismo. Il GlycoTest fornisce indicazioni pratiche per modificare alcune abitudini alimentari per controllare in modo personalizzato il rapporto con gli zuccheri e conquistare e mantenere uno stato di benessere.

Il GlycoTest è innovativo e all’avanguardia, basato scientificamente sulla valutazione integrata di due specifiche sostanze glicate che indicano il modo in cui tutti gli zuccheri introdotti nell’organismo, compresi quelli nascosti, possono contribuire alla produzione di glicotossine e dei danni che ne derivano. L’analisi di questi biomarcatori consente di rilevare precocemente la possibile evoluzione verso il diabete consentendone una più efficace prevenzione e facilitando il controllo dei danni connessi con la malattia.


Albumina Glicata e Metilgliossale

Misurando albumina glicata e metilgliossale il test rileva la sensibilità glucidica individuale e identifica l’eccesso nel consumo di tutti i tipi di zuccheri molto prima che siano evidenti i danni che gli stessi possono provocare. E’ stato di recente documentato che emoglobina glicata e glicemia a digiuno, valutati da soli, non possono rilevare i danni precoci provocati dagli zuccheri, anche quelli nascosti, utilizzati quotidianamente.

Il GlycoTest rileva in anticipo gli effetti potenzialmente dannosi degli zuccheri (come fruttosio, glucosio, maltosio, sorbitolo, galattosio e altri) e dell’alcol e può misurare la risposta ai cambiamenti nutrizionali e alla eventuale impostazione terapeutica. Il GlycoTest è uno strumento rilevante per prevenire l’evoluzione diabetica così come di altre malattie infiammatorie e degenerative croniche oggi più diffuse e per valutare l’adeguatezza nutrizionale di chi è già in una fase di terapia o di controllo.

A fianco di questi dati vengono valutate tre specifiche varianti geniche correlate profondamente al metabolismo e all’utilizzazione degli zuccheri, che caratterizzano una eventuale predisposizione allo sviluppo di diabete, obesità e steatosi epatica (fegato grasso), consentendo di suggerire i migliori comportamenti alimentari per prevenire lo sviluppo di queste malattie.

Il referto Glyco Test

L’elaborazione medico-specialistica di questi dati consente di proporre suggerimenti adeguati per mantenere una dieta varia e sana, capendo come agire sulla introduzione di zuccheri, indicando eventuali integrazioni nutraceutiche adatte al singolo caso e suggerendo quando e come effettuare i controlli idonei per recuperare o mantenere un equilibrio metabolico. In attesa del referto di laboratorio, al paziente viene inviato un documento di tipo informativo generale che già permette di orientare le successive scelte di controllo degli zuccheri nel modo più appropriato. 

Il successivo esito del Glyco Test è un referto medico che consente la personalizzazione delle adatte indicazioni nutrizionali ed è così composto:

  • Risultati di Laboratorio
  • Indicazioni delle eventuali varianti geniche 
  • Conclusioni diagnostiche
  • Significato dei biomarcatori misurati
  • Indicazioni nutrizionali
  • Strumenti pratici personalizzati e tempistica dei controlli successivi
  • Dettagliata lettera per il medico curante con relativa bibliografia scientifica.